dsffdgs

Frantoio

Esistono tanti tipi di frantoio, ognuno con le sue caratteristiche e con vantaggi e svantaggi qualitativi ed economici, ma una caratteristica deve essere comune a tutti i frantoi per ottenere un olio di qualità ed è la scrupolosa pulizia dei macchinari e dei luoghi.
L’olio è un grande assorbitore di odori e sapori e per questo motivo che si usa in profumeria per estrarre dai fiori il loro profumo; provate ad immaginate cosa può estrarre se rimane a contatto con rimasugli di vecchie lavorazioni!!
E’ un alimento molto complesso e delicato, che ha bisogno di rimanere al buio e ben tappato per non compromettersi.
La produzione dell’olio avviene in tre fasi:

La frangitura in cui si rompe la massa delle olive.

La gramolatura in cui gli oltre 200 componenti contenuti nelle olive, aiutati dagli enzimi presenti, reagiscono generando microscopiche goccioline di olio

La separazione dell’olio dall’acqua di vegetazione e dai residui solidi (nocciolo).

Per definire un olio extravergine, tutte queste operazioni devono obbligatoriamente avvenire solo con procedimenti meccanici a freddo; operazioni quali l’utilizzo di solventi per estrarre maggiori quantità di olio dalla massa macinata sono lecite ma il prodotto che ne deriva non può fregiarsi del nome extra-vergine!